Comprendere il ROI nel mondo reale per l'uso di RFID nel commercio al dettaglio

In caso di dubbi irrisolti sul valore dell'uso di dispositivi RFID nel commercio al dettaglio, è giunto il momento di liberarsene. Oggi sono disponibili moltissime prove che dimostrano che i commercianti possono ottenere miglioramenti significativi nell'accuratezza dell'inventario per categorie selezionate, a partire dall'abbigliamento. Con i dispositivi RFID, il conteggio dell'inventario può essere eseguito più velocemente, più frequentemente e in modo più accurato rispetto ai metodi tradizionali basati sull'uso di codici a barre, garantendo così una significativa diminuzione dei casi di esaurimento delle scorte e di ribasso, con un corrispondente miglioramento di ricavi e margine lordo.

Tuttavia non tutte le categorie di retail sono adatte all'uso di dispositivi RFID. I retailer dispongono di un capitale limitato e svariate opportunità per investirlo. Al fine di valutare i dispositivi RFID nel portafoglio degli investimenti IT che stanno prendendo in considerazione, i retailer necessitano di un quadro di riferimento per comprendere se siano adatti a loro.

In questo documento suddividiamo l'argomento esaminando i meccanismi che creano vantaggi, i criteri che rendono idonee le categorie e alcuni esempi di risultati ottenuti sul campo. Importanti vantaggi finanziari sono ora possibili per molti commercianti che soddisfano queste caratteristiche.


Per scaricare il documento completo, compilare il modulo seguente.

Si prega di utilizzare questo modulo per l’invio di una richiesta. Questo modulo raccoglie nome, indirizzo email ed altre informazioni personali. Si prega di leggere la nostra informativa sulla privacy per conoscere come proteggiamo e gestiamo i dati personali. Completando questo modulo e inviando i propri dati, si conferma di avere esaminato, compreso ed accettato le nostre condizioni in tema di privacy e di cookie.